BONUS RISTORANTI, PASTICCERIE E GELATERIE – 2024

OBIETTIVI

Il “fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano” è finalizzato a promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano.

INFO PRELIMINARI

La misura si divide in due assi:

  • Primo asse: attribuzione di un contributo per l’acquisto di macchinari e beni strumentali;
  • Secondo asse: attribuzione di un contributo per l’assunzione di giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera con contratto di apprendistato.

 

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • Operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 – Ristorazione con somministrazione – che siano regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno dieci anni o, alternativamente, aver acquistato – nei dodici mesi precedenti al 30 agosto 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;
  • Operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 – Gelaterie e pasticcerie – o dal codice ATECO 10.71.20 – Produzione di pasticceria fresca – che siano regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno dieci anni o, alternativamente, aver acquistato – nei dodici mesi precedenti al 30-08-2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;

 

 

ALTRI REQUISITI DEI BENEFICIARI

  • Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  • Non essere sono in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedura concorsuale;
  • Essere iscritte presso INPS o INAIL e hanno una posizione contributiva regolare, (DURC POSITIVO);
  • Essere in regola con gli adempimenti fiscali;
  • Non aver ricevuto nei propri confronti una sanzione interdittiva.

 

 

ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

  • Il fondo di sostegno è istituito dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (MIPAAF) il quale per il supporto agli adempimenti tecnici ed amministrativi, si avvale della collaborazione con Invitalia s.p.a.;
  • Alle imprese che risulteranno beneficiarie verrà corrisposto un contributo in conto capitale pari al 70% (settanta per cento) delle spese totali ammissibili;
  • Il limite massimo del contributo è pari a 30.000,00 euro;
  • I contributi saranno concessi nell’ambito del regolamento “de minimis”.
  • È consentita, l’erogazione di un anticipo nella misura massima del 50% del contributo richiesto, previa presentazione, da parte dei beneficiari del finanziamento, di fidejussione bancaria o assicurativa. La fidejussione deve garantire la restituzione dell’importo anticipato, e prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile e la sua operatività entro quindici giorni a semplice richiesta dell’amministrazione.

SOLO PER IL PRIMO ASSE (MACCHINARI)

  • La dotazione finanziaria disponibile per la concessione dei contributi è pari a complessivi 56.000.000,00 euro;

SOLO PER IL SECONDO ASSE (ASSUNZIONI)

  • La dotazione finanziaria disponibile per la concessione dei contributi è pari a complessivi 20.000.000,00 euro;
  • Nel caso di contratti di apprendistato superiori a 12 mesi, l’impresa beneficiaria può richiedere il pagamento di una somma, a titolo di acconto, pari a:
    a) 1/3 del contributo concesso al termine del primo anno del contratto di apprendistato;
    b) 2/3 del contributo concesso al termine del secondo anno del contratto di apprendistato.

 

 

SPESE AMMISSIBILI

SOLO PER IL PRIMO ASSE (MACCHINARI)

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa, che abbiano i seguenti requisiti:

  • Nuovi di fabbrica, organici e funzionali;
  • Acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa

NB! I beni strumentali acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

NB! Non sono ammesse le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo.

SOLO PER IL SECONDO ASSE (ASSUNZIONI)

Sono ammissibili le spese relative alla remunerazione lorda relativa all’inserimento nell’impresa, con contratto di apprendistato, di uno o più giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera. I giovani dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • non aver compiuto, alla data di sottoscrizione del suddetto contratto di apprendistato, i trenta anni di età;
  • aver conseguito un diploma di istruzione secondaria superiore presso un Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (IPSEOA) da non oltre 5 anni dalla data di sottoscrizione del suddetto contratto di apprendistato.

NB! I contratti di apprendistato devono avere una durata minima di 1 anno ed una durata massima di tre anni, e devono essere stipulati, a pena di decadenza delle agevolazioni, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di concessione.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

  • I contributi sono deliberati dal Ministero nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande;
  • La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 10:00 del 01/03/2024 e fino alle ore 10:00 del 30/04/2024.

SOLO PER IL PRIMO ASSE (MACCHINARI)

  • Le spese, devono essere interamente sostenute e pagate dall’impresa entro il termine perentorio di otto mesi dalla data di concessione delle agevolazioni;
  • La richiesta di erogazione deve essere trasmessa dall’impresa al Ministero entro i trenta giorni successivi alla data di ultimazione delle spese.

 

NOTE

  • I pagamenti delle spese devono essere effettuati esclusivamente attraverso conti correnti dedicati intestati all’impresa e con modalità che consentano la piena tracciabilità del pagamento;
  • Non sono ammesse le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo;
  • Le imprese possono presentare una sola domanda di agevolazione a valere sugli interventi di cui al presente bando;
  • Ai fini del controllo documentale deve essere tenuta disponibile, presso ciascuna impresa, tutta la documentazione relativa alle attività svolte per un periodo di cinque anni a partire dalla data di concessione del contributo.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Gazzetta Ufficiale del 30-08-2022

DECRETO 24 gennaio 2024

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Altri bandi e agevolazioni

Finanza agevolata
Studio Colantuono

ZES Unica

A partire dal primo gennaio 2024, le imprese che operano o si insediano nelle regioni del Mezzogiorno potranno beneficiare di una nuova Zona Economica Speciale

Scopri di più »

Contenuti